• Romina Boccaletti

La regola FERREA di "Le camicie per prime!" + il coaching professionale

Aggiornato il: mag 13


Che cosa centra lo STIRARE con la mia formazione di COACH ICF? Qual è una TUA regola ferrea che vorresti TRASFORMARE?


Quando da ragazzina mia madre mi insegnò a stirare le camicie di papà, sfidandomi a diventare così brava che papà non avrebbe potuto distinguere fra le camicie stirate da me e quelle stirate da mia madre, raccolsi la sfida al volo. Con un certo entusiasmo e determinazione mi allenai finché papà, una sera, ripose le camicie stirate nella sua cassettiera dicendo: "Grazie, Anna" e sua moglie rispose: "Le ha stirate Romina!".

Che meraviglia! La fatica di stirare le camicie e tutte le pieghe uscite storte, inumidite e ristirate si sono unite alla soddisfazione di aver vinto la sfida e alla gioia di aver visto mio padre contento. Che rinforzo positivo per il mio cuore e la mia mente! Stirare le camicie era diventato bello :)

Tuttavia, senza accorgermene, mi ero caricata sulle spalle la regola ferrea che le camicie sono i panni che si stirano per primi perché - diceva mia mamma - "Sono i più difficili e te li togli davanti".


E il COACHING?? Beh! A furia di praticare con i miei mentori, colleghi di EpiCoaching Academy e i clienti 80%BARATTO per diventare un coach professionista ICF, porre domande diventa un'abitudine. MICA domande qualsiasi. Domande che partono da adesso e muovono verso il futuro.

DOMANDE TIPO: che cosa è importante per me adesso? Scegliere in base al binomio "facile-difficile" o al binomio "mi piace-non mi piace"? Togliermi davanti ciò che era difficile 30 anni fa o togliermi davanti ciò che non mi piace fare ora?

Perché, sapete, stirare le camicie adesso non solo mi piace ma ha anche smesso di essere difficile. I pantaloni, invece, non li sopporto. Ma tanta è l'abitudine di stirare le camicie per prime che ho dovuto fare una cosa fondamentale nel coaching: fermarsi e prendersi il tempo per osservare. Ed ecco che il cambiamento muove il suo primo passo.


Quando facciamo chiarezza e lasciamo emergere la consapevolezza di ciò che per noi è importante e ha valore, di come agire quel valore e consapevolezza può impattare sulla nostra vita e su quella di chi è intorno a noi, le prospettive cambiano da dentro, nuove opzioni si aprono e ne derivano azioni diverse. E questo va ben oltre lo stirare le camicie o i pantaloni per primi. Ma da lì, in questo caso, è partito per me.

Mi è stato utile ricordarmi di che cosa è importante per me ADESSO, compiere una SCELTA e stare pure nel piccolo disagio di SENTIRMI STRANA perché stavo contravvenendo alla indiscussa e ferrea regola "le camicie per prime" imparata da ragazzina! Mentre scrivo mi sto facendo una bella RISATA: la Vita è proprio perfetta.

Ti offre ciò che più serve alla tua evoluzione come essere umano.


Quindi, come finisce la mia avversione verso lo stirare i pantaloni?

Finisce che dico grazie ai "pantaloni" per avermi dato così fastidio e a me stessa per aver osservato e scelto di compiere una piccola rivoluzione.

Che cosa imparo da questa esperienza?

Le grandi rivoluzioni sono fatte di tante piccole consapevolezze, una dietro l'altra e di AZIONI NUOVE che da esse prendono forma.


Qual è una regola ferrea che ADESSO ti sta stretta? Che cosa ci sarebbe al suo posto se la lasciassi andare? Condividilo nei commenti per muoverci insieme verso una vita di crescente consapevolezza e gioia!



Per scoprire come agisce il potere trasformativo del coaching e fare una prova di sessione, scrivimi. Sarò lieta di conoscerti.

10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti