• Romina Boccaletti

Un passettino, una falcata o un balzo?


Sono una donna in continua #trasformazione. Una volta cercavo il cambiamento spinta dal #bisogno di essere migliore, tesa all'obiettivo. Ora, cambio e mi trasformo con #piacere e #curiosità, perché amo la #vita, me ne sento parte e so che naturalmente, in quanto essere vivente, cambio e mi trasformo. Da questa nuova #prospettiva, raggiungo i miei obiettivi in modo più gradevole ed efficace.

Quindi, andando alla domanda del titolo, che differenza c'è fra un passettino, una falcata e un balzo? Da un punto di vista fisico, la differenza sta nella distanza che copri. La misuri con un metro! Facile. Se il parametro è "tanto più lungo l'avanzamento, tanto meglio" fra un passettino e un balzo c'è una differenza notevole. Molto ha a che fare con l'#allenamento e la #costanza.

Che cosa cambia quando la distanza da coprire ha a che fare con una persona che sta intenzionalmente trasformando un aspetto della sua vita, professionale o personale che sia? Quando ci sono di mezzo le #abitudini, il modo di #pensare, i tuoi #obiettivi e i tuoi #valori? Quando la distanza non è fisica, ma metaforica? Che percezione avresti tu del passettino, del passo da gambero rosso, della falcata da gigante?

Come #coach e membro #ICF, lavoro con i miei clienti e li accompagno durante il loro percorso di #potenziamento di sé e realizzazione dei loro obiettivi nel loro programma di coaching. Come mi capita di lavorare con persone che sono contente e si riconoscono i passi in avanti che compiono verso il risultato che vogliono raggiungere alla fine di ogni incontro e celebrano i loro progressi; altrettanto mi capita di essere al fianco di chi si aspetta grandi balzi e deprezza ciò che è meno dell'atteso.

Che cosa accade in una sessione di coaching di così straordinario che di solito non avviene nella vita di tutti i giorni? Il metro resta fuori, almeno da parte mia! Che cosa vuol dire concretamente? Restano fuori dalla sessione, di sicuro da parte mia come coach, il giudizio, il pregiudizio, le aspettative. E che cosa c'è al posto del metro che vede quanta è la distanza che il cliente ha coperto, e "valuta" se in 1 h ha percorso (metaforicamente) 1 cm o 3 metri o ha compiuto un salto quantico?

In un percorso di coaching, sperimenti un #ascolto pieno, accogliente, che ti supporta; sperimenti la totale #fiducia mia nei tuoi confronti, nelle risorse, potenzialità e capacità di raggiungere e concretizzare i risultati che insieme avremo chiarito, all'inizio. Questo cambio di prospettiva che ti sposta dal "Vediamo quanto hai fatto" al "riconosciamo che stai procedendo" ha un effetto inimmaginabile, dal mio punto di vista, finché non lo provi. In un percorso di coaching, il metro canonico non ha posto. Ha posto il processo, ogni nuova #consapevolezza che il cliente matura e fa sua, ogni nuovo #comportamento che si impegna ad attuare fuori dalla sessione, nella sua vita di tutti i giorni. In questo modo ogni avanzamento è da festeggiare: che sia un passo da formica, un passo da gigante, tre passi da gambero rosso, un balzo quantico. Attraverso ciascuno di essi, messi insieme, il cliente realizza il suo desiderio, raggiunge i suoi obiettivi, mettendo in gioco se stesso e in collaborazione con me, il suo coach.

Sono grata a tutti i passi che compio e ho preso la nuova #abitudine di essere grata a me stessa a chi con me cammina tutti i giorni. Dico davvero. Tutte le sere ringrazio per chi sono e chi divento ogni giorno insieme agli altri. I miei clienti compresi. Lasciando il metro del #giudizio fuori dai miei giorni, divento più leggera e lavoro meglio, molto meglio. Certo, anche qui, come per chi salta dai massi (e ringrazio mio figlio che fa #parkour per l'esempio) giocano un gran ruolo l'#allenamento e la #costanza.


E tu? Che passi compi o vuoi compiere in questo momento della tua vita? Per ottenere che cosa? Che desiderio hai da realizzare, adesso? Qualsiasi esso sia, ti auguro il meglio.


P.S. Se hai voglia di scoprire che desiderio potresti realizzare tu attraverso 8 incontri di coaching professionale, se sei curioso e vuoi fare esperienza, facciamoci 4 chiacchiere in libertà. Potrai anche fare una sessione gratuita insieme perché per comprendere non c'è nulla di meglio che fare! Prenota 1 h con me, cliccando qui.



10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti